Il contratto Au Pair

Hai trovato la famiglia ospitante perfetta per te? Avete giá fatto due o tre videochiamate Skype? Hai giá richiesto il visto e hai sul tavolo tutti i documenti che ti servono per partire? Manca solo la firma del contratto? Alt!

Au Pair Contratto

Au Pair Contratto

Alla base del programma Au Pair, che non va dimenticato rimane un Programma di Scambio Culturale, c′è un accordo e dunque anche un contratto, che rende il patto siglato tra le parti in causa ufficiale e valido legalmente (scarica gratuitamente una copia del contratto Au Pair in italiano cliccando su: contratto_aupair_italiano_pdf).

L´esperienza Au Pair permette di fatto ad un ragazzo o una ragazza di poter vivere un´esperienza di al massimo due anni presso una famiglia ospitante di un altro paese, prendendosi cura dei bambini della famiglia ed eseguendo piccoli lavori casalinghi. In cambio il/la ragazzo/a alla pari avrá diritto a vitto ed alloggio e gli verrá garantita la possibilitá di frequentare un corso di lingua.

Non prendere alla leggera la firma del contratto. È pur sempre una firma ed ha una valenza legale, non dimenticarlo. Per questo assicurati in tempo di avere trattato tutti i punti piú importanti con la tua famiglia ospitante. Deve esserci chiarezza da entrambe le parti in merito a:

 

  1. La durata del tuo soggiorno (con specifica data di inizio e fine); nel caso si volesse rimanere maggiormente, non lo si potrá fare rimanendo con la stessa famiglia ospitante e sará necessario iniziare a cercare una nuova famiglia. Nel caso si volesse invece recidere il contratto prima del tempo, basterá presentare una richiesta in forma scritta alla propria famiglia, con un preavviso di minimo 2 settimane.
  2. ammontare della tua paghetta e se la retribuzione avverrá settimanale o mensile. Chiedi inoltre alla tua nuova famiglia se, per snellire i tempi, sará opportuno aprire un conto presso una banca del tuo nuovo paese ospitante.
  3.  L´ammontare delle ore lavorative (di norma dalle 20 alle 40 alla settimana, 35 nella maggior parte dei paesi europei). L´orario di lavoro non dovrebbe superare le 5 ore giornaliere.
  4. I giorni liberi e le vacanze. A tutti gli Au Pair spetta infatti di diritto almeno un giorno libero alla settimana (che una volta al mese dovrá cadere di domenica). Il tema ferie estive potrebbe invece essere piú ostico: ad ogni ragazzo alla pari spetta anche un periodo di vacanza retribuito, di solito un mese. Nel caso la vostra famiglia ospitante vi proponesse di passare le vacanze insieme a loro, accertatevi che siano delle vere e proprie vacanze anche per voi, o se invece solo mascherate e dovrete anche in questo frangente prendervi cura dei bambini.
  5. I costi del viaggio di andata e di ritorno saranno a carico… Di chi? Di norma, e se nulla viene specificato, essi sono a carico dell´Au Pair. Nel caso in cui la famiglia ospitante volesse contribuire alle spese sostenute dal proprio ragazzo alla pari (anche se non strettamente tenuta a farlo, ma diciamo per uno slancio di generosa e disinteressata bontá), allora si consiglia di consegnare il contributo spese al proprio Au Pair solo una volta che esso atterrerá nel nuovo paese ospitante. Molti infatti sono i casi di frode riscontrati, in cui un truffatore si spaccia per un Au Pair a corto di soldi, che chiede i soldi del vaggio di andata alla propria famiglia ospitante per poi sparire nel nulla. MAI inviare soldi all´estero!
  6. I compiti dell´Au Pair. Anche se la tua routine dipenderá in tutto e per tutto dalle necessitá giornaliere della tua famiglia ospitante, sarebbe bene dichiarare nero su bianco quali saranno in linea generale le mansioni di cui ti dovrai occupare durante il tuo soggiorno Au Pair. Appena arriverai, una delle prime cose che dovrai fare presente invece sará la necessitá di sedersi tutti attorno ad un tavolo e fare un piano dei tuoi compiti settimanali.
  7. Vitto e alloggio: non c´è santo che tenga. Il vitto e l´alloggio saranno necessariamente a carico della tua famiglia ospitante. L´Au Pair ha diritto a tre pasti al giorno (anche durante il giorno di ferie settimanale) ed una camera privata all´interno della casa della propria nuova famiglia ospitante. Nel caso questa non fosse disponibile, è compito di entrambi trovare una sistemazione per l´Au Pair il piú vicino possibile alla casa, che comunque sará a carico della famiglia ospitante.
  8. Altre spese: assicurazione medica e costo dei trasporti. Per quanto riguarda queste due voci non ci sono regole definite.. Che vinca la diplomazia!

 

Avate controllato tutti i punti? Ora potete firmare il vostro contratto Au Pair e partire senza troppi pensieri alla volta di una nuova avventura!

 

 

 

 

No Comments

Leave a Comment

81 + = 89